Politica

Il Secolo Comunista

Il 21 gennaio del 1921, a Livorno, il congresso del Partito Socialista Italiano visse una frattura che sconvolse il movimento operaio italiano. Frattura che diede vita al Partito Comunista d’Italia, che oggi compie ufficialmente 100 anni. La nascita: contro il riformismo per la rivoluzione Il PCI nasce di base per due ragioni: l’opposizione al riformismo di Filippo Turati e l’opposizione …

Leggi di più

Addio a Emanuele Macaluso, storico dirigente del PCI

Non può che addolorare la notizia della morte, a due giorni dal centenario della nascita del PCI, di uno dei nomi più grandi della sinistra italiana: a 96 anni si è spento il politico e giornalista Emanuele Macaluso. Nato a Caltanissetta nel 1924, già nel 1941 aderì clandestinamente al Partito Comunista Italiano, di cui diverrà poi dirigente. Dal 1947 al …

Leggi di più

Renzi e Conte: ragioni e scenari di un conflitto tra opportunismo e dirigismo autoreferenziale

  “Day After” ancora di subbuglio e discussione attiva dopo la fuoriuscita di Italia Viva dal governo ma non formalmente dalla maggioranza. Si sentono e si leggono analisi tra le più disparate, da quelle di “realpolitik” a quelle da “Grande Fratello”, da quelle di simpatia con occhio di riguardo a quelle contro a priori. Un gesto, quello di Renzi, che …

Leggi di più

“Italia Vi(v)a”. Ora il Paese rischia grosso

“Spero di no. Sto lavorando ad un Patto di legislatura. Se c’è disponibilità di confrontarsi in modo leale, sono convinto si possa trovare il senso di una maggiore e nuova coesione” diceva Conte ai giornalisti che chiedevano della crisi di governo che da settimane aleggiava sull’esecutivo. All’ora di pranzo era anche salito al Quirinale per riferire delle trattative in corso. …

Leggi di più

Veneto, l’assessora canta “Faccetta Nera” in radio

Poteva essere di qualsiasi partito ed invece è di Fratelli d’Italia. Questo mai e poi mai per generalizzare su intero partito, in particolar modo sull’elettorato, ma sicuramente si riconferma il problema di una classe dirigente che in alcuni partiti, molto più di altri, è ancora aggrappata a un passato buio quale il fascismo. Elena Donazzan , assessora all’istruzione nella regione …

Leggi di più

Trump, l’ipocrisia e la banalità della destra italiana

Nelle scorse ore abbiamo assistito ad una volgare ipocrisia da parte della triste classe dirigente italiana che può essere superata, negativamente parlando, solo da Trump e parte dei repubblicani. Non si tratta del semplice condividere una agenda politica di quello che si vede come un alleato sul piano internazionale, ma del non aver condannato decentemente le immagini drammatiche del Campidoglio …

Leggi di più

Scuole superiori, rinviata la riapertura all’11 gennaio

Giuseppe Conte

È stato un Consiglio dei ministri infuocato quello in cui si è deciso di posticipare il rientro in aula degli studenti delle scuole superiori all’11 gennaio. Da una parte il PD, con il capodelegazione Franceschini, ha parlato di “questione politica” e chiesto di aspettare per la riapertura almeno sino al 15 gennaio. Dall’altra invece Italia Viva ed il Movimento 5 …

Leggi di più

Vaccino Covid, anche in Italia inizia la campagna

Oggi all’ospedale Spallanzani di Roma, che ospitò i primi due pazienti Covid in Italia, alle 7.20 ha preso il via la campagna vaccinale nel nostro Paese. Tra i primi a ricevere il vaccino anti Covid-19 la professoressa Maria Rosaria Capobianchi, l’infermiera Claudia Alivernini e l’operatore sociosanitario Omar Altobelli. È il giorno che aspettavamo da tempo. La strada è ancora lunga, …

Leggi di più

“Chico Forti tornerà in Italia”

“Ho una bellissima notizia da darvi: Chico Forti tornerà in Italia”. Inizia così il post Facebook con il quale il ministro Di Maio ha comunicato ieri che presto l’italiano potrà fare ritorno nel suo Paese di origine. Forti, oggi 61enne, è un imprenditore e produttore cinematografico di Trento che fu arrestato nel 1998 e condannato all’ergastolo nel 2000 per l’omicidio …

Leggi di più

Torturati e lasciati morire in carcere. Nuova pista sui 13 di Modena

“Morti per lo più per overdose di metadone”. Fu questa la maniera sbrigativa in cui il ministro Alfonso Bonafede liquidò in Parlamento la vicenda dei tredici di Modena. Una vicenda che, come tante, è stata poco limpida. La vicenda torna all’attenzione delle cronache a poche settimane dall’inizio del primo processo nella storia d’Italia per tortura da parte di pubblici ufficiali …

Leggi di più