Stai vedendo Ambiente

CHERNOBYL, AUMENTANO LE RADIAZIONI PER UN INCENDIO

Conosciuta per il peggiore incidente nucleare della storia, Chernobyl torna a far parlare di sé. Sabato mattina è divampato un incendio che ha distrutto il vicino bosco alla centrale: si parla di 35 ettari distrutti e di un consequenziale aumento di 16 volte delle radiazioni. Il segretario nazionale di Legambiente parla di “dato allarmante” e chiede vengano immediatamente messi in sicurezza i cittadini che abitano nelle zone limitrofe. L’incendio, spento solo domenica mattina, potrebbe essere doloso. Sembra ci sia chi si diverte minando la salute altrui.

ADESIVI SU GRETA THUNBERG VIOLENTATA: SONO DI UN’AZIENDA PETROLIFERA

Raccapriccianti le immagini di alcuni adesivi sui quali viene raffigurata una ragazzina di spalle mentre è oggetto di violenze sessuali da parte di un uomo che le tira le trecce. Quella ragazzina, a testimoniarlo il nome sulla schiena, sarebbe la rappresentazione della giovane attivista per l’ambiente Greta Thunberg. Gli adesivi sono strati trovati in una azienda petrolifera canadese, X-Site, e sono stati resi noti grazie all’operatrice Michelle Narang. La reazione di Greta: “Stanno cominciando a diventare sempre più disperati.. Questo significa che stiamo vincendo”.

Narang ha raccontato di aver chiesto spiegazioni sugli adesivi al direttore generale dell’azienda che le avrebbe risposto: “Greta non è più una bambina: ha 17 anni”. Ora invece X-Site chiede scusa promettendo di distruggere tutti gli stickers.

ESTINTO IL PESCE SPATOLA CINESE: PRIMA ESTINZIONE DEL NUOVO ANNO

Il pesce spatola cinese o pesce spada cinese per la sua somiglianza con il pesce spada è il primo animale estinto di questo nuovo anno. Questo pesce dalla lunghezza di quattro metri era uno dei più grandi pesci d’acqua dolce che si conoscono e viveva all’interno del fiume Azzurro. Dichiarato funzionalmente estinto nel 1993 deve la sua definitiva scomparsa principalmente alla presenza di dighe nell’importante fiume.

I KOALA FUNZIONALMENTE ESTINTI

Una specie è funzionalmente estinta quando la sua popolazione diminuisce così tanto da non riuscire a svolgere un ruolo significativo nel suo ecosistema e da non potersi riprodurre in modo efficace. A rientrare in questa definizione ormai anche i koala a causa dei devastanti e duraturi incendi in Australia che hanno ucciso circa 1000 esemplari e distrutto l’80% del loro habitat. A dirlo è Deborah Tabart, presidente di Australian Koala Foundation, che assieme a tanti scienziati ed animalisti chiede venga finalmente approvato il Koala Protection Act.

No tags

LA TIGRE DELLA TASMANIA FORSE NON È ESTINTA

Si chiama tigre della Tasmania, o tilacino, e si ritiene che l’animale sia estinto dal 1936. Ha il corpo che ricorda quello di una volpa, marsupiale come i canguri, la coda lunga e sottile ed i denti particolarmente affilati. L’animale si ritiene si sia estinto per via del dingo e dell’uomo. Il governo australiano parla però di ben 8 avvistamenti durante gli ultimi 3 anni e ciò mette in dubbio che non siano rimasti esemplari. Nel febbraio scorso ci fu un avvistamento con un rapporto che afferma come i testimoni siano stati “sicuri al 100% che l’animale che hanno visto fosse un tilacino”.

Immagine di Criptozoo

CONSIGLIERE COMUNALE CONTRO GRETA THUNBERG: “TRA POCO SCOPRIRÒ LA MINCH**”

Marco Tricarico, consigliere comunale della Lega di Turriaco (Gorizia), è in queste ore molto criticato per un suo post su Facebook poi rimosso per le tante segnalazioni. Nel suo post era presente una immagine dell’attività Greta Thunberg con sopra scritto “tra poco scoprirò la minc*** e allora ciao a tutti”. Sopra l’immagine postata il commento del consigliere: “e vedi de moverte”. Dopo la cancellazione del post il consigliere Tricarico si è giustificato dicendo: “Il post non l’ho scritto io l’ho solo condiviso, e ripeto che il senso era quello di far capire che la stanno sfruttando e che poi la dimenticheranno in fretta, poi se volete strumentalizzare quello che ho detto fate pure (…)”.

Immagine di Open

LE BALENE CI SALVERANNO

Il FMI evidenzia l’importanza strabiliante delle balene: l’ecosistema delle balene assorbe ben il 40% di tutta l’anidride carbonica nel mondo, ovvero 37 miliardi di tonnellate che si traducono nell’equivalente di quattro Amazonie! Mediamente ogni balena cattura circa 33 tonnellate di co2 contro la ventina di chili degli alberi. A ciò bisogna aggiungere il fatto che scendendo e salendo le balene muovono il fitoplankton che è efficace nel risucchiare anidride carbonica ed è tanto più presente quante più balene ci sono. A questo punto appare ovvio quello che bisognerebbe fare!