Turchia, niente posto a sedere per la presidente von der Leyen. Ennesima offesa turca alle donne e agli europei

Questa volta la Commissione “ha preferito dare priorità alle questioni di sostanza rispetto al protocollo”. Ciò però senza sminuire quanto accaduto ieri ad Ankara, dove Ursula von der Leyen e Charles Michel hanno incontrato il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan ed è andato in scena un teatrino sessista che risuona come uno schiaffo alle donne e agli europei.

Il dittatore infatti, nella sala dove si è tenuto l’incontro, ha fatto trovare solamente due sedie e non tre: una per lui ed una per il presidente del Consiglio Ue. Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, si è invece ritrovata a doversi sedere su un divano non molto distante. La presidente è chiaramente rimasta spiazzata (lo si vede nel video) e altrettanto un po’ tutti i parlamentari europei per quello che sembra essere stato un comportamento sessista e sicuramente offensivo nei confronti delle istituzioni europee e dei loro rappresentanti.

Non risulterebbe esagerato parlare di uno stupro del protocollo che non evidenzia certo tanta apertura e disponibilità sul tema dei diritti da parte turca. Riflettore andrebbe però acceso non solo sul presidente Erdoğan, ma anche su Charles Michel, che avrebbe fatto una figura molto più apprezzabile e nobile rifiutando la sedia è sedendosi sul divanetto a fianco della collega europea. Lo sgradevole e significativo episodio si è verificato a poche settimane di distanza dall’uscita della Turchia dalla Convenzione di Istanbul del 2011 contro la violenza sulle donne.

About Giulio Raganato

17 anni, salentino appassionato di politica che ha a cuore i diritti sociali e civili. Fondatore del blog destructismi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *