“L’Italia è in lutto”. Morto in un attentato l’ambasciatore italiano Luca Attanasio ed il carabiniere che lo scortava

Non si può che esprimere cordoglio e dispiacere apprendendo dell’attentato che questa mattina nell’est nel Congo ha portato alla morte dell’ambasciatore italiano Luca Attanasio e di Vittorio Iacovacci, il carabiniere di 30 anni che lo scortava.

Gli italiani sono morti, assieme all’autista, a seguito dell’attacco a un convoglio Onu nella zona di Goma portato avanti da un gruppo di 6 persone per mezzo di armi leggere.

Le prime notizie arrivate dal Paese africano parlavano di una sparatoria, ma la dinamica ora sembra complicarsi. Il commando armato, scrive Quotidiano.net, avrebbe prima fermato il convoglio e dopo aver ucciso l’autista gli altri uomini sarebbero stati portai nella foresta.

Sembra sia stato l’arrivo della pattuglia dell’Istituto Congolese per la Conservazione della Natura a far precipitare la situazione. È a questo punto che gli assalitori avrebbero ucciso Iacovacci e ferito a morte il giovane ambasciatore.

Ha ragione il presidente Mattarella lì dove dice che “l’Italia è in lutto” per la morte di “questi servitori dello Stato che hanno perso la vita nell’adempimento dei loro doveri professionali”.

About Giulio Raganato

17 anni, salentino appassionato di politica che ha a cuore i diritti sociali e civili. Fondatore del blog destructismi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *