Biden firma contro le discriminazioni per orientamento sessuale

Tra i 17 ordini esecutivi emanati dal presidente Joe Biden mercoledì scorso, nel giorno del suo insediamento alla Casa Bianca, uno è un provvedimento che estenderà le protezioni federali esistenti contro la discriminazione alle persone Lgbtq.

Il provvedimento dispone l’attuazione, da parte di tutte le agenzie federali statunitensi, della storica sentenza della Corte Suprema emanata nel 2020 nella causa Bostock vs. Clayton County. La sentenza stabilì che anche le persone Lgbtq sono protette dalla discriminazione sul lavoro ai sensi del titolo VII del Civil Rights Act del 1964.

A dire il vero non si parla esplicitamente di orientamento sessuale o identità di genere, ma si vieta genericamente di discriminare “sulla base del sesso”. Per la Corte Suprema, però, sarebbe impossibile non discriminare persone Lgbtq senza tenere conto del loro sesso.

Con la sua firma Biden obbliga le varie agenzie del governo federale ad allineare norme e regolamenti alla sentenza.

About Giulio Raganato

17 anni, salentino appassionato di politica che ha a cuore i diritti sociali e civili. Fondatore del blog destructismi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *