(Photo by Kiran Ridley/Getty Images)

Le proteste dei francesi contro la nuova legge sulla sicurezza

Sabato 28 novembre le strade francesi si sono riempite di manifestanti che protestavano contro la controversa proposta di legge sulla sicurezza proposta dalla maggioranza. La legge, passata alla Camera a inizio settimana e in attesa di essere discussa al Senato, introduce un nuovo reato per chi diffonda immagini capaci di “danneggiare l’integrità fisica e morale” degli agenti di polizia. Ad alimentare il dissenso e le proteste si è aggiunto un pestaggio di pochi giorni fa da parte di tre poliziotti a danno di Michel Zecler.

Sabato, secondo il ministero dell’Interno, hanno partecipato alle proteste circa 130mila francesi distribuiti nelle principali città. Solo a Parigi di persone se ne sono contate più o meno 46mila. Le Monde scrive che le proteste sono state pacifiche ma che non sono mancati dei gruppi di persone che hanno incendiato auto e una filiale della Banca di Francia. Non sono bastate, scrive Il Post, le passate precisazioni del governo che aveva specificato come giornali e televisioni avrebbero potuto continuare a mostrare le immagini degli agenti di polizia. Ad alimentare il malcontento sono state le immagini che hanno ampiamente circolato sul pestaggio di Zecler.

About Giulio Raganato

17 anni, salentino appassionato di politica che ha a cuore i diritti sociali e civili. Fondatore del blog destructismi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *