da La Stampa

Coronavirus, la Svizzera potrebbe negare la rianimazione agli anziani

Dopo una serie di articoli di alcuni giornali italiani si è tornati a parlare della possibilità concreta da parte della Svizzera di negare la rianimazione agli anziani.

A stabilire quanto segue è un documento elaborato dall’Accademia Svizzera delle Scienze Mediche e dalla Società Svizzera di Medicina Intensiva già in vigore dal 20 marzo, ma che -fortunatamente- non è ancora stato applicato.

Il titolo del testo non lascia spazio a interpretazioni: “Triage dei trattamenti di medicina intensiva in caso di scarsità di risorse”. È a pagina 5 del documento, scrive La Stampa, che sono indicate le tipologie di pazienti che potrebbero non essere ricoverate in Terapia Intensiva: “Età superiore a 85 anni. Età superiore a 75 anni accompagnata da almeno uno dei seguenti criteri: cirrosi epatica, insufficienza renale cronica stadio III, insufficienza cardiaca di classe NYHA superiore a 1 e sopravvivenza stimata a meno di 24 mesi”.

A livello A, letti in Terapia Intensiva disponibili ma risorse limitate, quindi situazione meno tragica, i criteri per non essere ammessi alla rianimazione sono più gravi: “Arresto cardiocircolatorio ricorrente, malattia oncologica con aspettativa di vita inferiore a 12 mesi, demenza grave, insufficienza cardiaca di classe NYHA IV, malattia degenerativa allo stadio finale”.

La situazione Coronavirus non è delle migliori in Svizzera, dove i 20 ottobre si contavano quasi 9mila nuovi contagi in un Paese da 8,5 milioni di abitanti. A lunedì scorso, ultimo dato disponibile, in Svizzera c’erano 22mila 301 posti letto, di cui 6mila e 353 ancora liberi. Si spera e si lavora affinché la situazione nel pragmatico Paese non diventi la stessa che si è vista a Bergamo durante la prima ondata della pandemia.

About Giulio Raganato

17 anni, salentino appassionato di politica che ha a cuore i diritti sociali e civili. Fondatore del blog destructismi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *