Papa Francesco ha detto di essere favorevole alle unioni civili

È da diversi anni, fatta eccezione per la parentesi Papa Giovanni Paolo II, che la Chiesa, seppur molto lentamente, cerca di esprimere una leggera apertura nei confronti degli omosessuali. Ora però Papa Francesco ha cambiato radicalmente modo di procedere verso questa strada fatta di rispetto e sembra voler velocizzare il tutto.

Sono parole storiche quelle rese pubbliche dal documentario “Francesco” presentato alla Festa del Cinema di Roma e firmato dal regista russo Evgeny Afineevsky. Il pontefice si è detto a favore delle unioni civili in un modo che non lascia spazio a fraintendimenti: “Le persone omosessuali hanno il diritto di essere in una famiglia. Sono figli di Dio e hanno diritto a una famiglia. Nessuno dovrebbe essere estromesso o reso infelice per questo. Ciò che dobbiamo creare è una legge sulle unioni civili. In questo modo sono coperti legalmente. Mi sono battuto per questo”.

Tra i momenti più toccanti del film di Afineevsky, c’è la telefonata del Papa ad una coppia di omosessuali, con 3 figli a carico, in risposta ad una lettera in cui gli innamorati mostravano il loro grande imbarazzo nel portare i loro bambini in parrocchia. La risposta di Papa Francesco è stata di accompagnare ugualmente i piccoli in chiesa cercando di fregarsene dei pregiudizi altrui.

È la prima volta che un Papa dice di essere favorevole alle unioni civili. D’altronde una prima apertura sul tema arrivò da parte del pontefice già nel 2013, quando di ritorno dal Brasile rispose a chi domandava di presunte “lobby gay” in Vaticano: “Le lobby tutte non sono buone. Mentre se uno è gay e cerca il Signore, chi sono io per giudicarlo? Non si devono discriminare o emarginare queste persone, lo dice anche il Catechismo”.

About Giulio Raganato

17 anni, salentino appassionato di politica che ha a cuore i diritti sociali e civili. Fondatore del blog destructismi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *