Salvini comizio febbre

Matteo Salvini all’evento con la febbre nonostante il parere contrario del medico: “Ci tenevo troppo a essere qua”

L’importante è farsi vedere – è sempre tempo di campagna elettorale – e poco importa se in tempi di Covid-19 si accusi il principale sintomo che dovrebbe far scattare un campanello di allarme. Possiamo descrivere così la decisione dell’On. Matteo Salvini di uscire di casa per un evento politico a Formello – Roma – nonostante la febbre e il parere contrario del medico.

Ad averlo ammesso è stato lo stesso segretario leghista durante l’evento “Itaca 20.20 – viaggio tra le idee oltre il Covid”. Dal palco ha esordito così: “Innanzitutto grazie agli organizzatori che vale doppio perché io non ne posso più della vita a distanza, della politica a distanza, della scuola a distanza, dell’amore a distanza. Scusate il ritardo, perché io odio arrivare in ritardo. Ma oggi è una giornata non partita benissimo”. Poi ha continuato:Sono stato due ore attaccato al cortisone e quando mi sono alzato il medico mi ha detto: ‘Ovviamente lei adesso va a casa’. Io gli ho detto: ‘Sì, stia tranquillo. Passo prima ad Anguillara Sabazia. Poi da Formello e finisco a Terracina ma alla sera arrivo a casa’”.

Dal pubblico si è sollevato allora un leggero brusio che ha spinto il leader della Lega a specificare meglio la sua condizione di salute: “Ci tenevo troppo a essere qua, un po’ dolorante un po’ febbricitante, però è bello esserci…”. Alle critiche di queste ore Salvini ha risposto smentendo tutto: “Mai avuta febbre, fatto test sul Covid-19 ieri mattina, negativo – cosa che rassicura sino ad un certo punto, ndr -”.

Chi è “febbricitante” dovrebbe seguire il consiglio di restare a casa e non mettere altre persone in pericolo, specialmente se a fine intervento ti metti a scattare foto con i presenti – con la mascherina indossata male -.

About Giulio Raganato

17 anni, salentino appassionato di politica che ha a cuore i diritti sociali e civili. Fondatore del blog destructismi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *