Egitto, lettera dal carcere di Patrick Zaky: spera di poter tornare all’Università di Bologna

Una nuova lettera dal carcere di Tora, dove Patrick Zaky è detenuto da svariati mesi, è giunta sabato 19 settembre alla famiglia del ricercatore 27enne che studia all’Università di Bologna. A testimoniarlo, come successo tante volte, è la pagina Facebook “Patrick Libero”.

“Sabato 19 settembre la famiglia di Patrick ha ricevuto una nuova lettera da parte sua, in cui invia il suo affetto agli amici in Egitto e all’estero e ai colleghi delle università di Bologna, Siviglia e Granada. Ha anche ripetuto la domanda che aveva posto nella sua precedente lettera, riguardante la data della sua prossima udienza per il rinnovo della detenzione, che è ancora vaga anche per noi e per i suoi avvocati.  Secondo i suoi avvocati, la prossima sessione dovrebbe svolgersi nei ultimi dieci giorni di settembre, ma non ci sono informazioni precise, in quanto stiamo aspettando che gli avvocati conoscano la data esatta un giorno prima di quella prevista. D’altra parte, la data di inizio del suo semestre accademico all’Università di Bologna è stata confermata per il 27 settembre. Patrick spera, e anche noi, di poter raggiungere i suoi colleghi e di poter tornare al suo posto all’università”.

In a New Letter from Patrick, He Asks About the Starting Date of the Upcoming Academic Semester and Repeats his Question…

Pubblicato da ‎Patrick Libero – الحرية لباتريك چورچ‎ su Domenica 20 settembre 2020

About Giulio Raganato

17 anni, salentino appassionato di politica che ha a cuore i diritti sociali e civili. Fondatore del blog destructismi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *