AGGRESSIONE OMOFOBA A PESCARA: RAGAZZO GAY PICCHIATO DA SETTE PERSONE

A Pescara è andata in scena l’ennesima aggressione omofoba ai danni di un ragazzo insultato e picchiato perché camminava mano nella mano con il suo fidanzato.

Più o meno 45 minuti dopo la mezzanotte di giovedì, sul lungomare vicino la Nave di Cascella, un ex studente universitario si è ritrovato contro sette giovani, tra cui una ragazza, che lo hanno picchiato sino a lasciarlo sanguinante a terra.

Il 25enne aggredito è finito in ospedale con la mascella sinistra fratturata. Il giovane ha difeso il fidanzato 22enne dalla furia di un gruppo di vili.
“Non perdono i miei aggressori, mi fanno solo tanta pena”.

Questa ennesimo episodio di odio, su cui attualmente indagano i carabinieri, arriva a pochi giorni da una svolta importantissima nella lotta all’omotransfobia: domani il ddl Zan sarà depositato alla Camera.

Il deputato dem fa un appello: “Fermiamo questa spirale di violenza e diamo piena dignità a tutti i cittadini di questo Paese”.

Fonti: Il Messaggero e Gay.it

Aiutaci condividendo

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non ancora commenti