EURODEPUTATA DENUNCIA RAZZISMO DA PARTE DELLA POLIZIA BELGA

Sono parole amare quelle dell’europarlamentare tedesca Pierrette Herzberger-Fofana pronunciate al Parlamento europeo. Se lentamente l’Europa si libera da questa ondata di Covid-19, altrettanto non si può dire di razzismo e xenofobia che aleggiano anche tra le forze dell’ordine con il risultato che delle persone finiscono per temere anche il solo camminare per strada.

“Ieri (racconta Herzberger-Fofana) uscendo dalla stazione nord di Bruxelles ho visto nove poliziotti molestare due giovani neri. Ho fatto una foto con il mio telefono, cosa che è legale. I poliziotti mi hanno strappato il telefono dalle mani, quattro dei nove poliziotti mi hanno spinto brutalmente contro il muro, mi hanno violentemente preso la borsa, mi hanno costretta al muro, con le gambe allargate, e volevano perquisirmi. Mi hanno trattato in modo umiliante. Quando ho detto ai poliziotti che ero deputata al Parlamento europeo non mi hanno creduto. Ho denunciato il caso perché non possiamo far passare questa violenza”.

video
Aiutaci condividendo

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non ancora commenti