DONNE TRANS CHIEDONO AIUTO AL PAPA: LUI MANDA L’ELEMOSINIERE

Oltre a tanta morte e sofferenza il coronavirus ha portato con sé, e più volte ne abbiamo parlato, una recessione economica a livelli globali. Sono in tanti ad aver perso il posto di lavoro e tanti altri lo perderanno sicuramente, i danni si possono diminuire ma non azzerare. Tra le tante persone che in particolar modo si trovano in difficoltà in questo momento troviamo quelle che ricadono nella categoria dei “sex worker”.

Sicuramente questo è un momento difficile anche per quel gruppo di donne trans di Torvaianica, come raccontato ad AdnKronos dal parroco don Andrea Conocchia, che ha deciso di chiedere aiuto al Papa, il quale ha risposto inviando l’Elemosiniere Konrad Krajewski con degli aiuti in denaro.

“Nel colmo dell’emergenza coronavirus, con stupore e meraviglia sono arrivati in chiesa un gruppo di transessuali, quasi tutte latinoamericane. Chiedevano aiuti perché con il Covid non avevano più clienti sulla strada. In questa comunità trans, la voce poi si è sparsa, ora ci sono circa una ventina di persone. Sono trans che arrivano per lo più dall’America Latina, vogliono molto bene a Bergoglio. Hanno anche fede. Sono rimasto commosso per l’immagine di una di loro che si è messa a pregare in ginocchio davanti alla Vergine. Qualcuno mi ha anche chiesto di benedire oggetti cari. Sono persone molto sole, con storie di solitudine alle spalle, le famiglie lontane. C’è una di queste trans che ha iniziato a lavorare in strada a 14 anni. Da allora sono passati trent’anni.”

Aiutaci condividendo

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non ancora commenti