I FASCISTI CHE VOGLIONO LE CAMERE A GAS

A distanza di 136 anni dalla nascita di Benito Mussolini c’è ancora chi festeggia il suo compleanno poiché suoi convinti sostenitori. Come ogni anno ormai nella città natale del Duce, Predappio, si è tenuto un corteo commemorativo partito da piazza Sant’Antonio sino al cimitero del comune e più specificamente alla cripta della famiglia Mussolini. Saverio Tommasi anche quest’anno si è recato a Predappio dove ha avuto modo di ascoltare parole che normalmente farebbero cadere tutti i capelli: dal semplice attribuire a Mussolini cose mai fatte allo schifo per gli omosessuali alla volontà di riaprire le camere a gas per i nemici della patria: i comunisti che non possono mancare, i neri perché sono responsabili del cambiamento climatico (e ovviamente perché fanno le capanne con cacca di cammello) e ovviamente gli ebrei anche se “non è di moda”.

Aiutaci condividendo

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non ancora commenti